Morgan Agren - CONUNDRUM_ A PERCUSSIVE MISADVENTURE (2013)

Morgan Agren è uno dei miei batteristi preferiti. Figura piuttosto underground del drumming mondiale, nel senso che la sua maestria sullo strumento e la visionaria creatività che da decenni mette in atto attraverso i suoi progetti non sono, a mio avviso, abbastanza riconosciuti, mi piace per via del suo essere stilisticamente sfuggente. Dotato di grande facilità strumentale ma allo stesso tempo musicista stralunato e autoironico, ha ispirato legioni di batteristi desiderosi di sviluppare una personalità non troppo facilmente imbrigliabile.

Il video è un docu-film girato con stile ed eleganza e racconta del viaggio che il batterista svedese compie negli Stati Uniti in cerca di connessioni o di riscontri proprio sul suo aver ispirato batteristi d’oltre oceano, in particolare nel sottogenere del Metal denominato Djent (che, per capirsi, annovera fra i suoi principali esponenti band come Meshuggah e Animal As Leaders).

Attraverso le testimonianze di molti musicisti illustri, fra i quali Dweezil Zappa, Marco Minnemann, Mike Keneally e Tosin Abasi, il video si fruisce piacevolmente e si snoda attorno a quella che sembra essere the ultimate question che tormenta Agren (e credo non solo lui): “the music or the money?”. La domanda è in realtà un simpatico pretesto per parlare di musica senza altri fini, dato che Morgan suona quello che suona da decenni e non sembra, fortunatamente, pentito delle proprie scelte.

I miei personali highlights: il racconto della performance fatta con la Frank Zappa Band da un Agren giovanissimo, il pellegrinaggio che Morgan fa alla casa dove Captain Beefheart registrò uno dei suoi dischi più celebri (Trout Mask Replica del 1969) e, notevole, l’incontro fra il batterista svedese e il grande Simon Phillips, nello studio di registrazione di quest’ultimo, noto per curare maniacalmente il suono delle sue batterie e dei lavori in cui è coinvolto, momento in cui Agren da l’idea di essere più perplesso che impressionato dalla dettagliata descrizione che Simon fa dello studio e delle attrezzature che ne fanno parte.

Video molto bello, atipico e per questo consigliatissimo, acquistabile sulla piattaforma Vimeo.